E’ fatto così. Spigoloso, integerrimo, intransigente, lucido e spietato nell’analisi delle cose del mondo. Sempre aggiornato sugli eventi (avete presente Gaber e la sua “C’è un’aria”?), specialmente quelli lombardi, soprattutto quelli milanesi. Meglio se ci si riesce a ricamare su infinite parole. Buone, buonissime per le sue tavole della Verità che dispensa quotidianamente attraverso i suoi post. E soprattutto è simpaticissimo e riesce sempre a trovare una punta di ottimismo in ogni cosa.
E’ lui, Pierpaolo Farina. Che dire, da dove cominciare, di fronte a cotanta virtù? Dal suo profondo, profondissimo essere di sinistra, ma quella sinistra etica, seria e laboriosa che si rifà a Berlinguer e a Pertini, insomma, quella sinistra che lui, dato che ha solo ventitré anni non ha mai conosciuto direttamente? Oppure dalla sua maestria nell’utilizzo del web e delle nuove tecnologie che lo fanno sentire pieno e appagato? O forse dalla sua pura, purissima, altissima passione politica che lo ha folgorato alla tenera età di sedici anni, come lui stesso ci (e soprattutto si) ricorda da uno dei siti che gestisce? Per non fargli torto non resta che lasciare parlare lui (di se stesso):
Sono nato il 10 gennaio 1989 a Milano. Sono il webmaster fondatore di EB.IT – Il Primo Sito Web su Enrico Berlinguer e l’ideatore di Qualcosa Di Sinistra. Dal 25 maggio 2012 sono presidente dell’associazione “I Ragazzi di enricoberlinguer.it”. Ho iniziato ad interessarmi di politica a 16 anni e a 18 ho fondato il blog “Orgoglio Democratico – per la Questione Morale”, che in pochi mesi è entrato nella top100 dei blog più letti d’Italia. Nel giugno 2008 mi sono diplomato presso il Liceo Classico G. Parini di Milano con il massimo dei voti, con la tesina “La Questione Morale: l’equilibrio tra morale e potere come elemento fondante della Democrazia”. L’11 luglio 2012 mi sono laureato (in corso) in Scienze Politiche con 110/110 e Lode con una tesi in Sociologia della Criminalità Organizzata dal titolo “La Tassa Mafiosa: a proposito di Mafia e Corruzione”, relatore Nando Dalla Chiesa“.
Insomma, non si scherza. Non si ha a che fare con uno qualunque! Piccola parentesi: è contro la censura, ma se si prova a dissentire ti banna. Tutto questo deve essere molto di sinistra e molto da pronipotini di Berlinguer e Pertini. Bah.. Diciamo che tutto ciò è più semplicemente lo stile che forse caratterizza Pierpaolo Farina. Il nostro deve avere accumulato certamente una grandissima quantità di esperienze nel grande mare della vita, non si spiegherebbe altrimenti la sicurezza con cui prende posizione, dal web ovviamente, sulle più varie questioni che assillano l’uomo contemporaneo. E i giudizi sicuri e certi, senza tentennamenti, che esprime come se fosse ormai un automatismo.
In pochi si possono permettere una tale capacità analitica, un rasoio dialettico che aspetta solo di potersi confrontare con un Cacciari o un Galimberti qualsiasi. In pochi, soprattutto alla sua età. Ultimamente il nostro si è scagliato contro Flores D’Arcais, reo di avere espresso una sua preferenza per Renzi alle primarie del centrosinistra (eresia intollerabile per il nipotino di Berlinguer e Pertini), contro gli amministratori di Buccinasco, definiti dal gentile e berlingueriano Farina dei “cretini“, ma nel senso dotto e culturale del termine (ovviamente, poteva essere altrimenti?) e, infine, contro tutti quelli che hanno provato ad abbozzare un mezzo sorriso d’ottimismo per la vittoria in Sicilia di un politico antimafia come Crocetta, perché in Sicilia, ipse dixit, “non è il caso di festeggiare” (e te pareva, quando mai!?).
Serissimo Farina, non ci resta che imparare da te e dalla tua grande e infallibile Scienza.
(Della serie, vai avanti tu, che a noi scappa da ridere).