La testa immobile

Più delle gambe

Le sue

Poi a un tratto

Il vento che alza sogni

E sospinge possibilità

Avanzava

E camminando

Era bello guardarsi attorno

Ascoltare nuovi canti

Qualcosa di mai dimenticato

Facce che sanno raccontare

Profumi antichi e saggi

Ora sono qua

Con i piedi su questa terra

Sacra terra

Nessuno può riuscire

A spostarmi

Ma non combatto ormai più

Questa sera ti offrirò una birra

E sono certo

Che ci scapperà da ridere